Pagina iniziale desktop/PC Medicina  Ifosfamide  Igroma  

IgE (Medicina)

IgE
Sigla per indicare l'immunoglobulina E, una famiglia di anticorpi prodotti dall'organismo durante una reazione allergica o in seguito ad un'infezione parassitaria.


IgE
dette anche anticorpi o immunogloboline di tipo E, sono sostanze direttamente implicate nelle reazioni allergiche.

ANALISI :: IgE
Cos'è e a cosa serve
Esplicano attivitò anticorpale. I valori massimi si hanno nelle allergie ...

In conclusione, questo paziente aveva sviluppato anticorpi IgE contro Agalsidasi beta, che non hanno dimostrato nessuna cross-reattività nei confronti dlel'Agalsidasi alfa.

Le IgE (Ac reaginici, sensibilizzanti cutanei o anafilattici), come le IgA, si trovano principalmente nelle secrezioni mucose respiratorie e GI. Nel siero, sono presenti in concentrazioni molto basse.

IgE alte: di cosa si tratta?
Le IgE sono degli anticorpi che sono coinvolti nella reazione allergica immediata (come l'allergia...
Leggi tutto ...

P-IgE TOTALI (PRIST) Met. Elettrochemiluminescenza 115,0 UI/mL (1 - 4 anni :
Ieri sera gli ho dato un antistaminico ed in giro di un ora il gonfiore è andato giù sensibilmente.
Emocromo +formula e proteina c-reattiva entro i limiti della norma.

Le IgE, a loro volta si legano ad altre cellule del sistema immunitario, i mastociti, che rilasciano grandi quantità di istamina, sostanza che provoca la dilatazione dei capillari arteriosi, induce la secrezione di muco acquoso, ...

Le IgE sono le più scarse di tutti gli anticorpi circolanti. Possono aderire alla superficie di mastociti e granulociti basofili intervenendo nelle difese da parassiti animali, come gli elminti.

Anticorpo IgE
Gli anticorpi portano alle loro estremità la forma negativa di un determinato antigene (allergene).
vedi anche: Voce enciclopedica
Tutoria Gruppo di lavoro corporeo: Allergie, Medicina popolare ...

8)le reazioni IgE-mediate possono potenziare la RBA attraverso la flogosi allergica.

A conferma di ciò, il 50-80% dei pazienti asmatici possiede IgE nei confronti di uno o più allergeni respiratori.

Si ritiene attualmente che, i meccanismi sottostanti all’asma indotto dall’ingestione di alimenti, siano difficili da caratterizzare, e che siano correlabili sia ad una risposta immunitaria allergica di tipo immediato IgE dipendente, ...

Il dosaggio delle IgE presenti nel sangue viene effettuato nei confronti di un anti IgE marcato con I 125.
È valido soprattutto per il dosaggio di alti valori di IgE.
PRIST (Paper Radioimmuno Sorbent Test) ...

Sindrome con iper-IgE (sindrome di Job):
marcato incremento delle IgE. Tipiche le infezioni stafilococciche di cute (ascessi "freddi", senza segni di infiammazione) e polmoni (polmoniti).
Sindrome di Chediak-Steinbrinck-Higashi: ...

aumento delle IgE totali(1)
aumento di ldh e perdita di peso(1)
aumento di spessore dell'antro gastrico(1)
aumento ponderale lattante(1)
Autismo(1)
Balbuzie(2)
bambina vivacissima(1)
bambini che non trattengono le feci(1) ...

o alterazione dell'equilibrio immunologico (immunocomplessi circolanti, C3, C4, aumento delle IgE e, non di rado, del rapporto T helper/T suppressor per riduzione di quest'ultimi.

E 'stato dimostrato sperimentalmente che la produzione di IgE antigene-specifiche si verifica almeno 2 settimane dopo l’esposizione iniziale all’antigene (5).

le allergie alimentari possono definirsi come le reazioni scatenate dalle immunoglobuline IgE.

PRIST (Paper Radio Immuno Sorbent Test): esame del sangue che valuta la quantità di IgE totali presenti in circolo.

Si distinguono in cinque classi: IgA, IgD, IgE, IgG e IgM.
Le IgG sono le più abbondanti nel sangue e sono molto importanti nella difesa dalle infenzioni e gli unici anticorpi efficaci contro le tossine batteriche.

Nel 50% degli adulti e nell'80% dei bambini malati di asma, prevale la forma allergica, mediata dalla risposta dovuta alle IgE.

Punture di imenotteri ige specifiche
Allergologia e immunologia - 05/01/2011 - mio figlio è stato punto da una decina di api questa estate. Le reazioni sono state locali con gonfiore e arrossamento nelle varie zone del corpo colpite.

DIAGNOSI: Un'esame del sangue o della pelle può essere fatto per identificare i livelli elevati degli anticorpi (in particolare di IgE) e confermare la presenza di un'allergia.

In questi individui il primo contatto con l'allergene porta alla formazione di un particolare tipo di anticorpi, le immunoglobuline E o IgE, che si localizzano sulla superficie di particolari cellule del tessuto connettivo, i mastociti, ...

A volte, l'istamina è liberata senza il coinvolgimento delle IgE, rendendo inutili i test convenzionali.

Si eseguono poi test sul sangue: il "Prist test", che accerta la presenza delle IgE totali nel sangue e le dosa; il "Rast test", che riconosce le IgE specifiche per un dato allergene; infine, il "metodo immunologico a cattura", ...

Un altro esame utile nella diagnosi di allergie è la ricerca diretta delle IgE specifiche nel siero. Si tratta di un semplice esame del sangue che ha l'obiettivo di dosare le IgE eventualmente presenti in risposta al contatto con l'allergene.

La conta egli eosinofili ematici e della IgE totale a 4 anni d'età è risultata aumentata nei bambini colonizzati durante il periodo neonatale da Streptococcus pneumoniae, Moraxella catarrhalis, ...

Con il RAST e il PRIST si misurano le IgE specifiche che circolano nel sangue oppure nei liquidi biologici mentre con i test cutanei si ha l'applicazione di soluzioni contenenti minime quantità di sospetto allergene.

Possiedono in superficie le immunoglobuline IgM e IgD; più raramente IgA, IgG e IgE.

Le prove più usate sono i test cutanei, i test di provocazione, il dosaggio delle IgE totali e specifiche.

-le immunoglobuline E (IgE), rilasciano sostanze capaci di accelerare la flogosi locale;
-le immunoglobuline D (IgD) presenti sulla superficie dei linfociti B capaci di legare le molecole antigeniche; ...

   Medicina  Ifosfamide  Igroma

Vedi anche: Vedi anche: Nei, Trattamento, Terapia, Allergia, Medico

RSS RSS