Pagina iniziale (Dispnea)

 Medicina 

Pagina iniziale  
 
 
Pagina iniziale » Medicina » Dispnea


 

Dispnea

Medicina  Displasia  Disritmia
24/04/2014

Dispnea
Si tratta di un sintomo molto importante che indica la percezione di difficoltà nella respirazione, di "fame di aria" e che può essere provocato da malattie repiratorie ma anche del cuore, del sistema nervoso centrale, del metabolismo.


Il termine dispnea (dal greco dispnoya, difficoltà nel respiro) indica una difficoltà, a carattere soggettivo, che si incontra nella respirazione. La sensazione che il soggetto avverte viene spesso descritta come "fame d'aria".

dispnea espiratoria
dispnea mista
Qualunque ne sia il motivo, la dispnea dipende dall'alterazione dell'ossigenazione del sangue con bassa pressione di ossigeno e scarsa eliminazione di anidride carbonica, dovuta a scompenso polmonare e/o ventilatorio, ...

Dispnea
difficoltà nella respirazione, causata da notevoli sforzi fisici.

* Il sintomo - Dispnea - è tipico di malattie, condizioni e disturbi evidenziati in grassetto. Cliccando sulla patologia di tuo interesse potrai leggere ulteriori informazioni sulle sue origini e sui sintomi che la caratterizzano.

Questo fenomeno si manifesta durante intensi sforzi fisici o durante svariate patologie che interessano il sistema nervoso, l'apparato respiratorio e l'apparato cardiocircolatorio. I cardiopatici possono soffrire di dispnea parossistica notturna o ...

Dispnea
sensazione soggettiva di difficoltà a respirare. Quando una dispnea è "minacciosa", ossia pone un immediato rischio per la vita del paziente, l'organismo non è più capace di provvedere ad adeguati scambi di gas con l'esterno e, ...

Dispnea [Medicina interna]
Definizione: E' la mancanza o "fame" d'aria, la sensazione di difficoltà respiratoria, che può essere dovuta sia a cause cardiache, che polmonari, o ad ambedue. (Prof. Eugenio Greco) ...

Dispnea
Difficoltà di respiro, affanno, fiato corto. Può presentarsi in diverse occasioni ed in modi diversi, dopo sforzo, di notte, in modo parossistico e acuto.
Ortopnea ...

dispnea
respiro affannoso, uno dei classici sintomi dello scompenso cardiaco.

Dispnea
Difficoltà a respirare a cui si accompagna ansia e affanno e che può portare alla cosiddetta "fame d'aria".

Dispnea: difficoltà soggettiva avvertita nello svolgimento della funzione respiratoria. Può essere di origine sia respiratoria che cardiaca, ma anche conseguente ad anemie o anche legata a stati d'ansia.

Dispnea associata a trattamento con Ticagrelor nei pazienti con malattia coronarica stabile ...

DISPNEA DI ORIGINE CARDIACA
SENZA CONGESTIONE POLMONARE
La dispnea è sintomo predominante di numerose cardiopatie non associate all'aumento di pressione del distretto capillare polmonare (la stenosi polmonare "pura" è un esempio di tale ...

dispnea
Difficoltà respiratoria, spesso associata ad una sensazione di dolore
disritmia
Senso alterato del ritmo ...

Dispnea
Per i pazienti morenti, la dispnea è uno dei sintomi più temuti e sconfortanti. La sua causa deve essere trattata, se si può individuare, cioè, antibiotici per la polmonite o toracentesi per un'effusione pleurica.

Dispnea
Difficoltà soggettiva della respirazione accompagnata da senso di affanno.
Dissezione ascellare ...

2 La dispnea
Epidemiologia
I sintomi respiratori tendono ad assumere una rilevanza particolare e si riscontrano con maggior frequenza con il progredire della patologia oncologica polmonare verso le fasi più avanzate (22).

dispnea
Oltre alla sensazione di disagio, i neonati affetti da bruciore di stomaco possono non riuscire ad aumentare di peso in modo corretto. La costante risalita dell'acido può causare la formazione di piaghe nell'esofago.

dispnea: difficoltà a respirare

distrofia muscolare: malattia dei muscoli in cui progressivamente essi perdono forza e volume ...

dispnea: difficoltà a respirare

distimia: disturbo della sfera affettiva che si manifesta con instabilità dell'umore ...

Dispnea (sintomi asmatici),
Gonfiore alle gambe,
Pelle umida o bluastra,
Sudorazione eccessiva,
Battito cardiaco rapido o irregolare,
Battito cardiaco debole,
Capogiro o svenimento.

Dispnea: disturbo della respirazione, caratterizzato da una penosa sensazione di mancanza d'aria <> e da un'alterazione del ritmo respiratorio, che si fa breve, superficiale, affannoso.

DISPNEA
La d., respirazione difficile, forzata, accompagnata da sofferenza soggettiva, è un fenomeno compensatorio che tende o a superare un ostacolo alla regolare ventilazione polmonare oppure a soddisfare una maggiore domanda di ossigeno dell’ ...

La dispnea si verifica per la prima volta;
La dispnea si verifica con significative difficoltà di respiro, pelle bluastra, confusione, o cambiamenti dello stato mentale;
L'affanno continua senza spiegazione; ...

vedi dispnea.
Autodiagnosi
Risali alla possibile malattia partendo dai sintomi o, al contrario, scopri quali sintomi comporta una determinata patologia.

Lo sviluppo di dispnea da sforzo, spesso descritto come un aumento dello sforzo richiesto per respirare, fame d'aria o soffocamento, può essere insidioso.

Nel soggetto a riposo, o più raramente dopo uno sforzo fisico, si manifesta un dolore acuto al torace dal lato colpito e/o dispnea.

dispneadispnea : respirazione difficoltosa
GERMAN:
DyspnoeDyspnoe : Störung der Atmung
DUTCH:
dyspnoedyspnoe : kortademigheid
ENGLISH:
dyspnoeadyspnoea : laboured breathing ...

Dispnea(33)
Dispnea sospirosa(1)
Dissecazione aortica(10)
Dissecazione arteria(1)
Dissecazione della carotide(1)
Dissezione(11)
dissezione aortica di tipo b(1)
Dissociazione atrioventricolare(2)
Dissociazione atrio-ventricolare isoritmica(1) ...

Una donna di 51 anni venne ricoverata nell’ospedale della Chonnam National University in seguito a dispnea da sforzo e vertigini che duravano da 4 settimane.

Alcuni recentissimi report segnalano un notevole miglioramento della dispnea e delle ulcere cutanee.

Malattia caratteristica da crisi di dispnea (difficoltà di respirazione) soprattutto espiatoria, dapprima notturna, dovute allo spasmo, alla congestione e alla ipersecrezione bronchiale.

all'età di i 2 anni, il decorso è sempre più attenuato man mano che il bambino cresce, infatti aumenta il calibro delle vie respiratorie, creando perciò progressivamente sempre meno problemi In genere segue un episodio di raffreddore: si ha dispnea ...

Durante questi attacchi vi sono sintomi come respiro corto o sensazioni di soffocamento; palpitazioni, batticuore, o tachicardia; dispnea; e paura di impazzire o di perdere il controllo.

I sintomi caratteristici sono rappresentati da tosse e da difficoltà di respiro (dispnea), che compaiono lentamente ed evolvono nel tempo.

e dispnea.
Emolisi: l'emolisi (dal greco haimo-, sangue e lysis, sciogliere) è il processo di distruzione dei globuli rossi.

La maggior parte dei pazienti è asintomatica, anche se alcuni presentano sintomi toracici, come la tosse, il dolore toracico, la perdita di peso, l'affaticamento e la dispnea.

Condizione di ipertensione polmonare conseguente a cardiopatia o vasculopatia congenita, in cui lo shunt sinistra-destra si inverte e compare cianosi, accompagnata da dispnea, dolore stenocardiaco, emottisi ed epistassi, sincope e cefalea.

La malattia inizia con febbre, brividi, cefalea, mialgie e malessere cui seguono I sintomi respiratori caratterizzati da tosse secca e dispnea (mancanza di fiato anche a riposo).

Prima della diagnosi, i due sintomi principali della Bpco sono la tosse e la dispnea, qualche volta accompagnati da respiro sibilante. Spesso la tosse è cronica, più intensa al mattino e caratterizzata dalla produzione di muco.

I primi sintomi sono in genere la comparsa di facile affaticabilità, dispnea (fatica a respirare) durante l'attività fisica e in seguito anche a riposo.

I classici sintomi dell'anemia sono astenia (senso di grande stanchezza anche a riposo), tachicardia e cardiopalmo, svenimento, mancanza di appetito, nausea, dispnea (difficoltà a respirare) da sforzo, ...

Il paziente con valori di emoglobina inferiori alla norma, può avere astenia e dispnea
Endoscopia: tecnica diagnostica che permette di vedere l'interno si organi cavi (es. esofago, stomaco, vescica…).

La somministrazione di formoterolo può provocare la comparsa di effetti collaterali fra cui i più frequenti sono risultati essere a livello dell'apparato respiratorio: dispnea, tosse, esacerbazione dell'asma, cefalea, tremori, palpitazioni, crampi, ...

La ritenzione di liquidi associata all'oliguria può manifestarsi come dispnea e gonfiori alle mani, alle caviglie, agli occhi.
L'insufficienza acuta è caratterizzata da ridotta produzione di urine (oliguria).
Complicazioni ...

Asma bronchiale. Si accompagna a tosse e dispnea (senso di fame d'aria)
Torna Sopra
Broncotomia ...

broncospasmo
Asma bronchiale. Si accompagna a tosse e dispnea (senso di fame d'aria)
broncotomia
Intervento al bronco ...

Molti altri sintomi possono accompagnare la sintomatologia caratterizzata dalla Triade di Merseburg: insonnia, ansia, astenia, calo di peso, diarrea, dispnea, calo del desiderio sessuale, irregolarità mestruale, calo della fertilità, perdita ciliare, ...

Si inizia con la tosse, che si esacerba nei mesi invernali, e con l'espettorazione di muco biancastro e viscoso ( che diventa purulento in seguito alla sovrapposizione di un processo infettivo ) ai quali può seguire, in tempi successivi, una dispnea ...

I sintomi sono comuni e comprendono: palpitazioni che possono dare luogo ad aritmie, intolleranza allo sforzo (dispnea), dolore toracico (non derivante da malattia coronarica).

Possono rivelarsi tachipnea o dispnea, nelle prime fasi sono secondarie al dolore, all'iperpiressia e tardivamente conseguenti ad un'insufficienza respiratoria. Altri sintomi sono quelli di versamento pleurico, specialmente a destra (30%).

I sintomi cardiorespiratori sono perlopiù presenti nelle ernie iatali paraesofagee e consistono in dispnea, episodi improvvisi sia di bradicardia che di tachicardia, angina pectoris, vertigini, collasso.

causata o aggravata dalla respirazione di sostanze sul posto di lavoro, come ad esempio fumi chimici, gas o polveri. Come altri tipi di asma, l'asma occupazionale può causare sintomi quali senso d'oppressione toracica, respiro sibilante e dispnea.

Altri sintomi addominali: meteorismo con senso di gonfiore addominale, borborigmi, nausea.
Sintomi non addominali: cefalea, facile stancabilità, difficoltà alla concentrazione, palpitazione, dispnea, disuria.

Vengono raccolte informazioni riguardo al sonno, sete e fame, astenia, ansia, tosse, starnuto, vomito, attivitE sessuale, dispnea, palpitazioni, prurito, eccetera).

Nei casi più gravi l'anemia può essere tanto seria da indurre dispnea (difficoltà respiratorie) anche fatale, oppure la morte può sopraggiungere per un'infezione non controllabile o emorragia interna.

Vedi anche: Vedi anche: Terapia, Nei, Farmaci, Diagnosi, Trattamento

Medicina  Displasia  Disritmia
24/04/2014

 
RSS Mobile