Pagina iniziale (Terapia radiante)

 Medicina 

Pagina iniziale  
 
 
Pagina iniziale » Medicina » Terapia radiante


 

Terapia radiante

Medicina  Terapia intensiva  Teratoblastoma
16/04/2014

Terapia radiante
Viene eseguita somministrando radioiodio.E' indicata nei pazienti che non rispondono alla terapia medica, e nei pazienti affetti da adenoma tossico che non possono sottoporsi ad intervento chirurgico.


TERAPIA RADIANTE
Ash D et al. ESTRO/EAU/EORTC recommendations on permanent seed implantation for localized prostate cancer. Radiother Oncol 2000; 57: 315-321 ...

Terapia radiante:
terapia con radiazioni ionizzanti in grado di distruggere un tessuto patologico o di rallentarne la crescita; si usa nel trattamento di alcuni tumori ...

Terapia radiante / Radioterapia
La terapia radiante consiste nell’uso di radiazioni ad elevata energia per danneggiare le cellule cancerose, bloccandone la crescita e la divisione.

La terapia radiante viene impiegata solo a scopo palliativo.
15. SILICOSI E ALTRE PNEUMOCONIOSI
Non esiste trattamento specifico ma solo misure profilattiche ...

La terapia radiante nel linfoma di Hodgkin può comportare complicanze cardiache e vascolari nel lungo periodo. Lo studio retrospettivo ha riguardato pazienti sottoposti a radioterapia tra il 1962 ed il 1998.

Una terapia radiante prolungata, per il trattamento dei tumori, può causare occasionalmente gravi lesioni a carico degli organi sottoposti a tale terapia.

vedi terapia radiante
RAGADE
fissurazione dolorosa anale o buccale
RECETTORE ...

tumore, la terapia radiante (o radioterapia) consiste nell'uso delle radiazioni ad alta energia dei raggi X, dei neutroni o di altre sorgenti radioattive per distruggere le cellule cancerose e ridurre le dimensioni di un tumore.

elioterapia
terapia radiante
Tutto il materiale presente su questo sito è di proprietà di De Agostini Editore o dei suoi fornitori; è coperto dal diritto d'autore e non è riproducibile neppure parzialmente.

TERAPIA: Questo tipo di cancro è curato con un intervento chirurgico per rimuovere il tumore, con una terapia radiante, o anche con entrambi.

Brachiterapia
Terapia radiante in cui minuscole quantità di un elemento radioattivo vengono collocate direttamente all'interno o in prossimità di un tumore.

Questo tipo di alopecia può essere inoltre un effetto collaterale dovuto all'assunzione di farmaci cito-tossici (antitumorali) o a causa di una terapia radiante.

radioterapia : terapia radiante
raucedine : raucedine
reagente : reagente
reazione : reazione
recettore : che riceve
reflessivo : reflessivo
reflusso : reflusso ...

- terapia radiante: è attuata nei casi di stadio iniziale quando non sia possibile intervenire chirurgicamente o come terapia complementare post-operatoria nei casi con linfoghiandole positive; ...

Teleisotopoterapìa. Terapia radiante che utilizza le radiazioni emesse da radioisotopi (vedi radioterapia).
DeAgostini
Invia il link Salva la pagina Stampa la pagina ...

radioterapia: vedi terapia radiante

ragade: ferita nella pelle o nelle mucose, che si forma in corrispondenza di pieghe cutanee ...

L'obiettivo della tecnica e' sfruttare la loro notevole capacita' di riprodursi, per rigenerare i tessuti nella ricostruzione di tessuto mammario a seguito di mastectomia parziale e terapia radiante, ...

radioterapia: vedi terapia radiante

ragade: fissurazione dolorosa anale o buccale ...

I primi trattamenti consistevano in una terapia radiante frazionata di 5000 Gy in 5.

Più raramente l'insufficienza surrenale secondaria è legata a tumori ipofisari, a terapia radiante intrapresa per sconfiggerli, a rimozione chirurgica della ghiandola o a suoi processi emorragici o infettivi.

di trombocitopenia sono la porpora trombocitopenica autoimmune, la gravidanza (5% dei casi), le malattie del tessuto connettivo (Lupus eritematoso sistemico), le infezioni virali (mononucleosi infettiva, HIV e citomegalovirus), la terapia radiante, ...

realizza quindi la sintesi dell'integrazione tra metodiche di immagine funzionali-metaboliche con quelle morfologico-anatomiche, al fine di migliorare la definizione e conseguentemente la curabilità del tumore da irradiare, con una terapia radiante ...

La terapia radiante con 131I, radioisotopo gamm-emettente viene presa in considerazione quando occorre determinare una riduzione del parenchima, attraverso l'azione dannosa del radioisotopo sulle cellule della t.

di aggressività del tumore, la presenza e distribuzione delle metastasi a distanza, l'effetto di trattamenti chemio e/o radioterapici sulla vitalità del tumore e la diagnosi diffefrenziale tra recidiva tumorale e necrosi da terapia radiante.

Perché siano le ricostruzioni a essere più penalizzate è abbastanza chiaro: la situazione di partenza vede i tessuti più danneggiati e ipossici (cioè poco ossigenati); inoltre anche la terapia radiante e la stessa chemioterapia possono creare un ...

cloramfenicolo, penicilline, cefalosporien, sulfonamidi, fenotiazine, captopril, metildopa, clorpropamide, tiazidi, allopurinolo, etanolo, solventi industriali (benzene, toluene), chemioterapici e immunosoppressori, compresa la terapia radiante; ...

Gli epiteliomi sono tumori che hanno origine negli epiteli; si manifestano soprattutto nelle persone anziane sotto forma di piccoli noduli duri. Necessitano di intervento chirurgico per l'asportazione e successiva terapia radiante.

sono stati, care lettrici, proprio i tumori dell'utero e della mammella, mentre in altri eventi patologici ( leucemie e linfomi ) i successi ottenuti vanno soprattutto attribuiti ai progressi compiuti dalla chemioterapia, dalla terapia radiante e ...

DiagnosiLa diagnosi è istologica: la loro caratteristica principale è quella di essere costituiti da un’intima commistione di linfociti e di cellule epiteliali neoplastiche poco differenziate.TerapiaLo standard è la terapia radiante, ...

Vedi anche: Vedi anche: Terapia, Nei, Diagnosi, Trattamento, Radio

Medicina  Terapia intensiva  Teratoblastoma
16/04/2014

 
RSS Mobile